Stemmi di enti

Parte V

STEMMI DI ENTI

Possono registrare il proprio stemma tutti gli enti italiani (tranne quelli territoriali) sia di fatto che morali. L’ente deve risiedere ed operare in Italia; è obbligatorio allegare lo statuto.

La registrazione deve essere richiesta dal responsabile legale dell’ente.

Per gli ordini cavallereschi stranieri, sono presi in considerazione tutti quelli che vengono rilasciati dalle Ex Case Sovrane Italiane.

Saranno considerati enti gli ordini cavallereschi con più sedi.

Sono ammesse tutte le istituzioni ecclesiastiche di diritto pontificio, anche se residenti ed operanti all’estero.

Sono anche ammessi gli stemmi di enti del Vaticano e di San Marino.

I consorzi, gli enti con personalità giuridica, le banche, le fondazioni, le università, le società, le associazioni, le Forze armate ed i Corpi ad ordinamento civile e militare dello Stato prima di usare uno stemma devono richiederne la concessione allo Stato Italiano attraverso richiesta da sottoporre all’Ufficio Araldico della Presidenza del Consiglio.

Costo registrazione: Euro 100

ELENCO REGISTRAZIONI